F. Cossu - V. Curi
SE/MP7 La Rivalutazione degli Immobili
L'impatto sul bilancio e i benefici fiscali • Le novità del D.L. n. 185/2008 e del D.L. n. 5/2009 • Sul CD-Rom il programma per i calcoli di convenienza
La Rivalutazione degli Immobili

2009

pp. 176

Prezzo €:20,00

Prezzo scontato €15,00

formato 17 x 24

 

(9788851305444)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il D.L. 185/2008 (cd. decreto anticrisi) ha reintrodotto la possibilità di rivalutare gli immobili d'impresa. Si tratta di una misura in virtù della quale le società di persone, le società di capitali e gli enti commerciali soggetti ad IRES che, nella formazione del bilancio, non adottano i criteri IAS/IFRS hanno l'opportunità di ottenere un maggior grado di capitalizzazione godendo, nel contempo, di un beneficio fiscale non trascurabile.
Gli autori, grazie al sistematico ricorso ad esempi pratici, illustrano nel dettaglio le modalità applicative di questo speciale provvedimento.
Tipologia dei beni rivalutabili, soggetti riconosciuti, criteri di rivalutazione (con i relativi confronti) e conseguenti risvolti tributari sono descritti in maniera puntuale e senza tralasciare le eccezioni costituite dai casi particolari.
L'intuitivo programma di attuazione contenuto nel CD-Rom allegato al valore consente, inoltre, di effettuare in maniera semplice e veloce gli opportuni calcoli di convenienza.
1. La ratio della legge
1.1 Le precedenti leggi di rivalutazione
1.2 Deroga al codice civile
1.3 Rivalutazione monetaria ed economica
1.3.1 Rivalutazione economica
1.3.2 Rivalutazione monetaria
2. La normativa attuale
2.1 Normativa di riferimento
2.1.1 Termini di rivalutazione
2.1.2 Beni rivalutabili
2.1.3 Metodi di rivalutazione
2.1.4 Categorie omogenee
2.1.5 Limite economico
2.1.6 Affitto d’azienda
2.1.7 Beni di costo unitario inferiore a € 516,4620
3. Soggetti ammessi
3.1 Tipologia dei soggetti ammessi ai sensi della l. 448/2001
3.2 Casi particolari
3.2.1 Affitto o usufrutto d’azienda
3.3 Approvazione del bilancio e rivalutazione
4. I beni ammessi
4.1 Tipologie di beni ammessi
4.2 Beni immobili
4.2.1 Beni di costo unitario inferiore a € 516,46
4.2.2 Beni completamente ammortizzati
4.2.3 Beni immobili non ammortizzabili
4.2.4 Beni in leasing
4.5 Ambito temporale
4.6 Categorie omogenee
5. Perché rivalutare: cause ed effetti
5.1 Considerazioni iniziali
5.2 Adeguamento dei valori di bilancio
5.3 L’aumento della quota d’ammortamento
5.4 Relazione con il plafond delle spese di manutenzione e riparazione
5.5 L’eventuale variazione della vita contabile
6. Valori e limiti
6.1 Valutazione e limite economico
6.2 Limite non superabile
6.3 Valore massimo del bene
6.4 Superamento dei limiti: ripercussioni
6.5 L’attribuzione del valore e l’attività di accertamento relativa ai trasferimenti degli immobili
7. La rivalutazione dei beni immobili
7.1 Considerazioni iniziali e metodi di rivalutazione
7.2 Metodo Uno: rivalutazione del solo costo storico
7.2.1 Le scritture contabili
7.3 Metodo Due: rivalutazione del costo storico e del fondo ammortamento
7.3.1 Le scritture contabili
7.3.2 Considerazioni
7.4 Metodo Tre: riduzione del fondo ammortamento
7.4.1 Le scritture contabili
7.5 I tre metodi a confronto
7.5.1 Valore della rivalutazione
7.5.2 Nuovo costo storico
7.5.3 Riduzione del fondo ammortamento rivalutato
7.5.4 Ammortamento ante e post rivalutazione
7.5.5 L’imposta sostitutiva
7.5.6 Considerazioni conclusive
8. L’imposta sostitutiva
8.1 Definizione e calcolo
8.2 Modalità di pagamento
8.3 Il perfezionamento dell’operazione di affrancamento del saldo attivo di rivalutazione.
8.4 La contabilizzazione
9. Il saldo attivo di rivalutazione
9.1 Aspetti generali
9.2 Aspetti civilistici
9.3 Aspetti fiscali
9.4 La distribuzione del saldo attivo di rivalutazione
9.5 Le imposte dovute
9.5.1 Sull’affrancamento della riserva da rivalutazione in particolare
10. Dismissione del bene
10.1 Dismissione del bene prima del sesto anno successivo alla rivalutazione
10.2 Dismissione del bene dopo il sesto anno successivo alla rivalutazione
11. Adempimenti civilistici
11.1 Contabilità ordinaria e libro inventari
11.2 I doveri e gli obblighi degli amministratori e dei sindaci
11.3 La nota integrativa: criteri e correttezza
11.4 La contabilità semplificata: il prospetto
11.5 Schemi d’utilità generale
12. Esempi pratici e calcoli di convenienza
12.1 Rivalutazione dei beni immobili ammortizzabili
12.1.1 Rivalutazione senza la successiva cessione
12.1.2 Rivalutazione e successiva alienazione
Appendice
Francesco Cossu è Dottore Commercialista e Revisore contabile in Napoli e Firenze. È cultore di Diritto Commerciale presso la facoltà di Economia dell’Università di Napoli “Federico II”.
Collabora con riviste specializzate e primarie case editrici ed è autore di numerose pubblicazioni scientifiche e di natura professionale.
Vincenzo Curi esercita la professione di Dottore Commercialista e Revisore contabile nei suoi due studi siti nelle province di Ancona e Ascoli Piceno. Ricopre numerosi incarichi come revisore in società ed enti ed è Presidente del Consiglio d’Amministrazione di una grande società pubblico/privata.