P. Bosisio
SE/MP14 La valutazione delle rimanenze
Testo aggiornato alla Finanziaria 2003 (L. 27 dicembre 2002, n. 289) e alla c.m. Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2003, n. 3/E
La valutazione delle rimanenze

2003

pp. 240

Prezzo €: 18,00

formato 17 x 24

 

(9788851301187)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ogni impresa, in chiusura d'esercizio, è chiamata a valutare le rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo, di semilavorati e di prodotti finiti.
L'operazione non è affatto pacifica, poiché l'arbitrio dell'agente trova un limite nei criteri valutativi imposti dal legislatore.
Oltre ai diversi metodi di valutazione - e ai principi civilistici, fiscali e contabili che li governano - il volume affronta le problematiche derivanti dalla gestione di lavori in corso di ordinazione o dall'operare in settori particolari come la moda e il mercato dei prodotti ad alta deperibilità (es. farmaceutici).
L'autore anche alla luce delle novità introdotte dalla Finanziaria 2003 in tema di adeguamento del magazzino e del cd. condono tombale, analizza, altresì, il trattamento dei furti di merce e suggerisce come muoversi nelle diverse situazioni previste dalla nota integrativa e dai modelli di dichiarazione.
1 Aspetti civilistici: 1.1 Nozione - 1.2 Principi generali di valutazione - 1.2.1 Quadro fedele - 1.2.2 Prudenza - 1.2.3 Continuità - 1.3 Materie prime, sussidiarie, di consumo e merci - 1.3.1 Costo di acquisto - 1.3.2 Metodi di valutazione - 1.4 Prodotti finiti - 1.4.1 Costo di produzione - 1.4.2 Contabilità industriale a commessa - 1.4.3 Contabilità industriale per processo industriale - 1.4.4 Metodi di valutazione - 1.5 Semilavorati e prodotti in corso di lavorazione - 1.6 Valore di realizzazione applicabile a tutte le tipologie di rimanenze - 1.6.1 Raffronto tra costo e valore di realizzazione - 1.7 Indicazione in nota integrativa - 1.8 Casi particolari per materiali di consumo, imballaggi, materiali obsoleti e di lento movimento, cali naturali, perdita di beni e prodotti difettosi - 1.8.1 Materiali di consumo - 1.8.2 Imballaggi - 1.8.3 Materiali obsoleti e di lento movimento - 1.8.4 Cali naturali, perdita di beni, prodotti difettosi - 1.9 Lavori in corso su ordinazione - 1.9.1 Criteri di valutazione - 1.9.2 Metodo della percentuale di completamento - 1.9.2.1 Condizioni - 1.9.2.2 Contenuto - 1.9.2.3 Modalità di applicazione - 1.9.3 Metodi basati su valori o dati di carico della commessa - 1.9.4 Metodi basati sulla misurazione della produzione effettuata - 1.9.4.1 Metodo delle unità consegnate - 1.9.4.2 Metodo delle misurazioni fisiche - 1.9.5 Metodo della commessa completata - 1.9.6 Perdite - 1.9.7 Proventi e oneri finanziari - 1.9.8 Indicazioni in nota integrativa - 1.10 Attività finanziarie - 1.10.1 Criteri di valutazione - 1.10.2 Casi particolari relativi a titoli a reddito fisso, operazioni pronti contro termine e azioni proprie - 1.11 Falso in bilancio - 2 Aspetti contabili: 2.1 Scritture di assestamento - 2.2 Conti da utilizzare - 2.3 Modalità di contabilizzazione - 2.4 Rilevazione delle rimanenze di materie prime, materiali di consumo e merci - 2.5 Rilevazione delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione e semilavorati, prodotti finiti e lavori in corso su ordinazione - 2.6 Acconti - 2.7 Titoli - 2.8 Inventario - 2.9 Procedure di controllo e implementazione di un sistema di rilevazione efficace - 2.10 Esempio di inventario - 3 Aspetti fiscali: 3.1 I criteri generali di valutazione delle rimanenze di beni - 3.1.1 Continuità del valore delle rimanenze - 3.2 Metodi di valutazione - 3.2.1 Materie prime, materie sussidiarie, prodotti finiti e merci: valutazione a costi specifici - 3.2.1.1 Composizione del costo specifico - 3.2.1.2 Costo d’acquisto - 3.2.1.3 Costo di produzione - 3.2.2 Prodotti in corso di lavorazione e servizi in corso di esecuzione: valutazione in funzione delle spese sostenute - 3.2.3. Altri criteri fiscali di valutazione diversi dal costo specifico - 3.2.3.1 La suddivisione in categorie omogenee per natura e valore - 3.2.3.2 Il metodo LIFO a scatti annuale - 3.2.3.3 Metodo della media ponderata - 3.2.3.4 Metodo del «primo entrato, primo uscito» - 3.2.3.5 Varianti del metodo LIFO - 3.2.3.6 Il minore valore normale - 3.2.3.7 Calcolo a valore normale - 3.2.3.8 Mantenimento del minor valore normale - 3.2.3.9 Metodo del prezzo al dettaglio - 3.3 Casi particolari - 3.3.1 Contributi in conto esercizio - 3.3.2 Riduzione delle rimanenze per cause varie - 3.3.2.1 Cali naturali dei prodotti in giacenza - 3.3.2.2 Sfridi e scarti - 3.3.2.3 Distruzione di beni in giacenza - 3.3.2.4 Furto e perdita accidentale dei beni - 3.3.2.5 Prodotti fuori mercato - 3.3.2.6 Prodotti difettosi - 3.3.3 La valutazione di libri e prodotti editoriali - 3.4 Il criterio generale di valutazione delle rimanenze di opere di durata ultrannuale - 3.4.1 Definizione di opera di durata ultrannuale - 3.4.1.1 Pattuizione - 3.4.1.2 Oggetto unitario - 3.4.1.3 Tempo di esecuzione ultrannuale - 3.4.2 Valutazione ai corrispettivi - 3.4.2.1 Determinazione dei corrispettivi - 3.4.3 Valutazione delle rimanenze al costo - 3.4.4 Prospetto da allegare alla dichiarazione - 3.4.4.1 Dati da comunicare - 3.4.4.2 Omessa allegazione o incompleta compilazione - 3.4.5 Corrispettivi in valuta estera e accantonamento per rischi in valuta - 3.5 Casi particolari - 3.5.1 Appalto per esecuzione di opere pubbliche - 3.5.2 Contratto pluriennale di manutenzione - 3.6 Scritture di magazzino - 3.6.1 Decorrenza dell’obbligo della contabilità di magazzino - 3.6.2 Contenuto - 3.6.3 Metodo ABC - 3.6.4 Caratteristiche delle scritture contabili - 3.6.5 Contabilità inattendibile - 3.6.6 Schede di lavorazione - 3.6.7 Sanzioni - 3.6.8 Magazzini e depositi ubicati in luoghi diversi dalla sede dell’impresa - 3.7 Adeguamento del magazzino - 3.7.1 Dichiarazione integrativa - 3.7.2 Condono tombale - 3.7.3 Concordato per gli anni pregressi - 3.8 Criteri generali di valutazione delle rimanenze di titoli - 3.8.1 Oggetto - 3.8.2 Criteri di valutazione - 3.8.3 Categorie omogenee per natura - 3.8.4 Valore minimo - 3.8.5 Discrezionalità e limiti della svalutazione - 3.8.6 Aumento gratuito - 3.8.7 Versamenti e rinuncia ai crediti da parte dei soci - 3.8.8 Quote di partecipazione in società di persone - 3.8.9 Prospetto da allegare alla dichiarazione - 3.8.10 Pronti contro termine e riporto - 4 Casi particolari: 4.1 Imprese di commercio all’ingrosso e al dettaglio - 4.1.1 Oggetto - 4.1.2 Valutazioni - 4.1.3 Scritture di magazzino - 4.2 Farmacie - 4.3 Imprese del settore moda - 4.4 Imprese industriali di serie - 4.4.1 Oggetto - 4.4.2 Valutazioni - 4.4.3 Scritture di magazzino - 4.5 Imprese industriali su commessa - 4.5.1 Oggetto - 4.5.2 Valutazioni - 4.5.3 Scritture di magazzino - 4.6 Imprese che producono servizi - 4.6.1 Oggetto - 4.6.2 Valutazioni - 4.6.3 Scritture di magazzino - 4.6.4. Lavori in corso - 4.7 Imprese edili - 4.7.1 Definizione - 4.7.2 Imprese che costruiscono su commissione del cliente - 4.7.3 Imprese che costruiscono per rivendere - 4.7.4 Imprese che eseguono solo opere di costruzione - 4.7.5 Interessi passivi - 4.7.6 Riduzione del magazzino e ridistribuzione dei costi - 4.8 Aiuto, arriva la Finanza! - 4.9 Rimanenze e operazioni straordinarie - 4.9.1 Trasformazione di società - 4.9.2 Fusione di società - 4.9.3 Scissione di società - 4.9.4 Cessione d’azienda e ramo d’azienda - 4.9.5 Donazione d’azienda o di ramo d’azienda - 4.9.6 Conferimento d’azienda - 4.9.7 Affitto d’azienda o di ramo d’azienda – usufrutto d’azienda - 4.9.8 Cessazione d’azienda anche tramite la fase di messa in liquidazione - 4.10 Furti e ammanchi - 4.11 Donazione di beni
Appendice R.D. 16 marzo 1942, n. 262 — Approvazione del testo del Codice civile (Articoli estratti) D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 — Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi (Articoli estratti) D.P.R. 10 novembre 1997, n. 441 — Regolamento recante norme per il riordino della disciplina delle presunzioni di cessione e di acquisto (Stralcio) D.P.R. 4 febbraio 1988, n. 42 — Disposizioni correttive e di coordinamento sistematico — formale, di attuazione e transitorie relative al testo delle imposte sui redditi, approvato con D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917 D.P.R. 9 dicembre 1996, n. 695 — Regolamento recante norme per la semplificazione delle scritture contabili D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 — Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 — Istituzione e disciplina dell’imposta sul valore aggiunto (Articolo estratto) D.Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460 — Riordino della disciplina tributaria degli enti non commerciali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Articolo estratto) D.P.R. 16 settembre 1996, n. 570 — Regolamento per la determinazione dei criteri in base ai quali la contabilità ordinaria è considerata inattendibile, relativamente agli esercenti attività di impresa, arti e professioni L. 28 dicembre 1995, n. 549 — Misure di razionalizzazione della finanza pubblica D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471 — Riforma delle sanzioni tributarie non penali in materia di imposte dirette, di imposta sul valore aggiunto e di riscossione dei tributi, a norma dell’articolo 3, comma 133, lettera q), della legge 23 dicembre 1996, n. 662 (Articolo estratto) C.M. 23 luglio 1998, n. 193 — IVA Presunzioni di cessione e di acquisto C.M. 22 settembre 1982, n. 36 — Reddito d’impresa - opere e servizi in corso di esecuzione - prospetto dimostrativo delle valutazioni eseguite C.M. 26 novembre 1981, n. 40 — Imposte dirette - Contabilità – Scritture ausiliarie di magazzino C.M. 18 maggio 1983, n. 23 — IRPEF - IRPEG - ILOR - Agevolazioni – Rivalutazione monetaria – Istruzioni – Altre disposizioni modificative (Stralcio) C.M. 4 giugno 1998, n. 141/E - IRAP - Aspetti del tributo - Base imponibile - Chiarimenti (Stralcio) C.M. 20 ottobre 1998, n. 1 — Accertamento, Verifica della guardia di finanza relativa alle voci di bilancio R.M. 13 marzo 1991 — T.U. Dirette, Reddito di impresa - Rottamazione o distruzione dei beni delle imprese R.M. 18 febbraio 1992 — IVA, Presunzione distruzione abituale di merci alterate o scadute, Modalità R.M. 31 gennaio 1981 — IRPEF, Reddito di impresa, Contratto di vendita di un erigendo fabbricato e sottostante terreno, Prezzo unico R.M. 12 aprile 1979 — IRPEF, Valutazione di opere e servizi in corso di esecuzione R.M. 23 ottobre 1975 — Valutazione dei corrispettivi — Computo delle maggiorazioni di prezzo per le opere, le forniture e i servizi in corso di esecuzione R.M. 8 gennaio 1996 n. 10/E — Accertamento, IVA, Farmacie, Distruzione di medicinali scaduti, Modalità Documento n. 13 Consiglio Nazionale Dottori commercialisti e Ragionieri — Le rimanenze di magazzino: Definizione delle stesse ed enunciazione dei principi contabili per la loro rilevazione, valutazione e rappresentazione in bilancio Documento n. 23 Consiglio Nazionale Dottori commercialisti e Ragionieri — Lavori in corso su ordinazione