AA.VV.
SE/GDC5 Gli Studi Professionali
Organizzazione, Gestione e Controllo - • Forme giuridiche e organizzative • Contabilità, fisco e previdenza • Processi decisionali • Marketing e comunicazione
Gli Studi Professionali

2010

pp. 528

Prezzo €:48,00

Prezzo scontato €36,00

formato 17 x 24

 

(9788851306281)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pensare alle attività di uno Studio Professionale in modo innovativo, in un tempo connotato da attività economiche sempre più diversificate e in un contesto, come quello attuale, in cui la gestione del cambiamento costituisce una componente fondamentale per lo sviluppo delle imprese, è nell'ordine naturale delle cose. Si tratta, in pratica, di considerare lo Studio come una piccola azienda, da fornire, in quanto tale, di modelli gestionali avanzati e competenze atte a offrire alla propria clientela prestazioni professionali coerenti con le sfide e le opportunità che l'economia globale impone.
In quest'ottica, gli Autori illustrano metodi di management, strumenti e stili di leadership che consentono allo Studio Professionale di essere gestito al meglio e di proporsi come partner affidabile e punto di riferimento per il cliente. Il volume è, perciò, rivolto ai professionisti, individuali o associati, che vogliono impostare e sviluppare la loro attività in materia coerente con la continua evoluzione degli scenari economici e sociali.
Nel CD-Rom allegato, una raccolta dei principali atti in uso per la costituzione e la regolamentazione di associazioni e società tra professionisti.
1. Un’analisi dei mercati professionali
Premessa
1.1 I credence goods
1.2 La relazione fiduciaria
1.3 Un modello di contesto delle relazioni fiduciarie che caratterizzano i servizi professionali: efficacia economica delle deontologie professionali e valore dell’autoregolazione nell’accountability dell’attività professionale
1.4 Un modello interpretativo dei mercati professionali e l’attuale condizione del mercato del dottore commercialista
1.5 Il sorgere di strutture organizzate, specializzate e dotate di “team thinking”: la concorrenza sulla fiducia e sui patrimoni relazionali
1.6 Conclusioni
Bibliografia
2. Forme giuridiche attualmente utilizzate dagli Studi
2.1 L’esercizio della professione intellettuale. Lo studio individuale
2.1.1 Diritto al compenso
2.1.2 Responsabilità del professionista
2.2 Studio associato mono e interprofessionale
2.3 Società semplice
2.3.1 Società di mezzi e di servizi
2.4 Società di progettazione industriale
2.5 Società di revisione
2.6 Società tra avvocati
2.7 Il Gruppo europeo di interesse economico (GEIE)
2.7.1 Aspetti fiscali del GEIE
2.7.1.1 Imposte dirette
2.7.1.2 IVA
2.7.1.3 Imposta di registro, ipotecaria e catastale
3. Studio associato: linee guida per la redazione dello statuto
3.1 La regolamentazione dei patti associativi, opportunità e necessità
3.2 Associati
3.3 Le regole per l’ammissione dei nuovi soci
3.4 Oggetto sociale
3.5 I conferimenti
3.6 Le regole per la partecipazione agli utili
3.7 Le regole per le decisioni dei soci
3.8 La gestione e la rappresentanza
3.9 Previsioni statutarie per i momenti straordinari
3.9.1 Recesso del socio
3.9.2 Esclusione del socio e altre clausole per gestire la conflittualità
3.9.3 La liquidazione dello Studio professionale
3.9.4 La cessione dello Studio professionale
3.9.4.1 La valutazione dello Studio professionale
4. Il “bagaglio” del professionista
4.1 La deontologia
4.2 Il segreto professionale
4.3 La responsabilità civile del professionista
4.3.1 La colpa grave
4.4 La responsabilità nelle associazioni professionali
4.5 L’assicurazione professionale
5. Uno sguardo al futuro: la riforma delle professioni e le società tra professionisti
5.1 I disegni di legge all’esame del Parlamento
5.2 Le società di lavoro professionale “s.l.p.”: la proposta del CNDCEC
Bibliografia
6. La contabilità dello Studio
6.1 Considerazioni generali
6.2 Le tipologie dei regimi contabili
6.2.1 Contabilità semplificata
6.2.2 Contabilità ordinaria
6.3 Gli obblighi contabili
6.3.1 I registri obbligatori ai fini delle imposte dirette e dell’IVA
6.3.1.1 Registro cronologico con le movimentazioni finanziarie
6.3.1.2 Registro degli onorari
6.3.1.3 Registro degli acquisti
6.3.1.4 Libro dei cespiti ammortizzabili
6.3.1.5 Registro degli incassi e dei pagamenti
6.3.1.6 Bollettario madre figlia
6.3.1.7 Registro delle somme in deposito
6.3.1.8 Registro dei corrispettivi
6.3.1.9 Libri e registri previsti dalla normativa sul lavoro
6.4 Le scritture contabili
6.5 Parcellazione e riscossione
7. Evoluzione dello Studio professionale. Analisi dei percorsi aggregativi. Aspetti fiscali e previdenziali
7.1 Il reddito prodotto in forma associata
7.2 La disciplina delle società tra avvocati
7.3 Inammissibilità dell’impresa familiare professionale
7.4 Il criterio di ripartizione delle quote in base ad atto pubblico o scrittura privata autenticata
7.5 Il principio della trasparenza per la tassazione del reddito degli studi associati e delle società di professionisti
7.6 La deducibilità delle perdite
7.7 Criteri di determinazione del reddito
7.8 Il trattamento fiscale dei compensi percepiti da un professionista in qualità di arbitro alla luce delle recenti sentenze della Corte di Cassazione
7.9 Acquisto e ristrutturazione di immobili
7.10 Riaddebito spese tra professionisti
7.11 Rimborsi spese a dipendenti, collaboratori, tirocinanti e borsisti
7.12 L’IRAP negli Studi associati
7.13 La cessione dello Studio professionale, il marchio
7.14 Recesso del professionista dallo Studio associato
7.15 La morte dell’associato: liquidazione della quota o continuazione con gli eredi
7.16 Associazioni professionali non residenti
7.17 Alcune sentenze in materia di associazione tra professionisti
7.18 L’antiriciclaggio e gli Studi professionali
7.19 Studi professionali associati – Credito d’imposta per le aggregazioni
7.20 La gestione previdenziale
8. Le opzioni strategiche degli Studi professionali
8.1 Introduzione
8.2 La strategia
8.2.1 Il concetto di strategia
8.2.2 Allineare le stelle
8.2.3 Strategia come libertà ed intenzionalità di comportamenti
8.2.4 Alcune caratteristiche delle strategie
8.2.5 La politica o strategia di fondo
8.2.6 Strategia e governance
8.2.7 Avere una strategia significa dire di no
8.2.8 Il concetto di obiettivo
8.3 Gli strumenti di analisi del quadro strategico
8.3.1 Il modello di Porter per l’analisi del posizionamento strategico
8.3.2 La catena del valore
8.4 Le opzioni strategiche
8.4.1 La prima opzione strategica
8.4.2 Strategia e dimensione dello studio
8.4.3 Strategie di crescita (incluse m&a)
8.4.4 Strategie di sopravvivenza
8.5 Le attività professionali: un settore maturo
8.6 Le grandi assenti
8.6.1 Le grandi assenti: l’innovazione
8.6.2 L’altra grande assente: la (ri)pianificazione strategica
8.7 Il management e gli altri strumenti per il cambiamento
8.7.1 Il management negli Studi professionali
8.7.2 L’one minute manager
8.8 La qualità e i sistemi organizzativi
8.8.1 I sistemi di gestione della qualità
8.8.2 La struttura del sistema di gestione per la qualità
8.8.3 Gli step di realizzazione del sistema di gestione per la qualità
8.8.4 La certificazione del sistema di gestione per la qualità
8.8.5 Costi e problemi applicativi
8.8.6 I benefici del sistema di gestione
8.8.7 I sistemi di gestione della qualità quali strumenti di comunicazione persuasiva
8.9 Conclusioni
Bibliografia
9. Organizzazione e gestione delle risorse umane negli Studi professionali
9.1 Introduzione
9.2 Professionisti e Studi professionali
9.3 Le forme organizzative per gli Studi professionali
9.4 Governare uno Studio professionale
9.5 Gestire le persone in uno Studio professionale
9.6 Conclusioni
Bibliografia
10. Controllo di gestione e processi decisionali
10.1 Considerazioni generali
10.2 Gli oggetti del controllo di gestione negli Studi professionali
10.2.1 Aree Strategiche di Affari
10.3 Prodotti
10.4 Attività/Processi
10.5 Clienti
10.6 Commesse
10.7 L’incrocio con le aree di responsabilità
10.8 Gli indicatori: concetto e classificazioni
10.8.1 Concetto e caratteristiche degli indicatori
10.8.2 Alcune classificazioni
10.8.3 Cosa e come misurare e controllare: criteri di scelta
10.9 Il supporto informativo all’attività di controllo: approcci ed impatti decisionali
10.9.1 L’approccio tradizionale
10.9.1.1 Il sistema di rilevazione dei tempi
10.9.1.2 Il Sistema di Contabilità Analitica e le informazioni economiche parziali
10.9.1.3 Il Budget
10.9.2 Approcci evoluti: i modelli multi-dimensionali di controllo
10.9.2.1 La Balanced Scorecard
10.9.2.2 Alcune misurazioni tipiche degli Studi professionali: considerazioni in ottica Balanced Scorecard
Bibliografia
11. Il marketing e la comunicazione negli Studi professionali
11.1 Introduzione
11.2 Il marketing negli studi professionali
11.2.1 I miti del marketing
11.2.2 Il marketing non è pubblicità
11.2.3 Il marketing non è “il fumo” senza arrosto
11.2.4 Il marketing non è un accessorio
11.3 Che cos’è il marketing
11.3.1 Definizione di marketing
11.3.2 Cos’è il marketing per gli Studi professionali?
11.3.3 Le fasi del marketing
11.3.4 Il marketing strategico e il marketing operativo
11.4 Perché utilizzare il marketing?
11.4.1 Il ruolo del cliente
11.4.2 Perché il cliente sceglie lo Studio professionale
11.4.3 La promessa nei confronti del cliente
11.5 La qualità del servizio
11.5.1 Il servizio nello Studio professionale
11.5.2 Le caratteristiche della qualità del servizio
11.6 Il processo di marketing strategico
11.7 Il marketing operativo
11.7.1 Il posizionamento
11.7.2 Il brand
11.7.3 Gli strumenti di comunicazione e relazioni pubbliche
11.8 Gli errori del marketing
11.9 La personalità della prestazione professionale: creare valore con la comunicazione ed il governo delle relazioni
11.9.1 Le organizzazioni e l’ambiente di riferimento
11.9.2 Il ruolo strategico delle relazioni nel governo delle organizzazioni
11.9.3 La risorsa fiducia e il capitale relazionale
11.9.4 Caratteristiche delle organizzazioni ad alta intensità di personalità
11.9.5 Creare valore con la reputazione
11.9.6 Sei domande per capire che cos’è la comunicazione
11.10 La comunicazione istituzionale dello studio professionale
11.10.1 Classificazione della comunicazione d’impresa
11.10.2 Gli strumenti della comunicazione integrata
11.10.3 La comunicazione istituzionale
11.10.4 Comunicazione istituzionale e credibilità strategica
11.10.5 Mission, vision e valori guida
11.10.6 Immagine e reputazione
11.10.7 La pubblicità
11.10.8 Pubblicità o relazioni pubbliche?
11.11 Gli strumenti della corporate identity
11.11.1 L’identità dello studio professionale
11.11.2 La company image
11.11.3 Il marchio-logo
11.11.4 La visual identity
11.11.5 L’immagine coordinata
11.11.6 Le funzioni del marchio
11.11.7 I requisiti del marchio
11.11.8 Il valore del marchio
11.11.9 Internet
11.11.10 Il sito web
11.11.11 I pubblici
11.11.12 I requisiti
11.11.13 La newsletter telematica
11.12 I principali strumenti di comunicazione
11.12.1 Quali strumenti? Quale comunicazione?
11.12.2 Ufficio e relazioni stampa
11.12.3 Eventi speciali
11.12.4 Le sponsorizzazioni
11.12.4.1 Gli elementi della sponsorizzazione
11.12.4.2 Sponsor ed evento: gli obiettivi dello studio professionale
11.12.4.3 Perché comunicare con la sponsorizzazione
11.12.5 La responsabilità sociale
11.12.5.1 Carta dei valori
11.12.5.2 Carta dei servizi
11.12.5.3 Codice etico
11.12.5.4 Bilancio sociale
Bibliografia
Appendice