V. Galatro
SE/OF11 Il difensore civico
Rassegna di casi pratici
Appendice di legislazione regionale

Prefazione del sen. Giulio Andreotti
Il difensore civico

2005

pp. 304

Prezzo €: 20,00

formato 17 x 24

 

(978 88 513 0262 7)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il volume conduce un'analisi specialistica, pratica e teorica, sulla figura del difensore civico, partendo dall'origine storica dell'istituto fino alla sua definitiva affermazione in ambito nazionale ed internazionale.
Nello svolgersi di questo excursus i temi trattati sono vari e ricchi di implicazioni procedurali, legislative e giuridiche: si passa, infatti, dall'esame dell'istituto nel suo rapporto con la Pubblica amministrazione alle sue peculiari funzioni rispetto ai cittadini, dallo studio della sua legittimazione procedurale e procedimentale alla valutazione dei compiti di figure simili e affini.
L'opera presenta una visione completa dell'istituzione inquadrandola sia nel contesto della normativa europea, sia in una prospettiva futura di potenziamento della sua attività.
Particolarmente ricco il contenuto dell'appendice che correda il volume: oltre ad una rassegna di casi pratici trattati da diversi difensori civici e ad un'illustrazione dei principi che ne caratterizzano la figura in ambito internazionale, si riporta una raccolta completa di leggi regionali istitutive dell'ufficio.

1 Cittadini e Pubblica Amministrazione: 1.1 Premessa: l’origine storica del difensore civico - 1.2 Grecia - 1.2.1 Atene - 1.2.2 Sparta - 1.3 Roma - 1.3.1 I Tribuni della plebe - 1.3.2 Il defensor civitatis - 1.4 L’ombudsman - 1.5 L’organizzazione dello Stato - 1.6 I principi fondamentali dell’attività amministrativa - 1.7 I principi di funzionalità economico-aziendale. 2 La figura del difensore civico: 2.1 Il difensore civico in Italia: prime proposte - 2.1.1 La situazione attuale: generalità - 2.2 Chi è il difensore civico? - 2.2.1 Capire il difensore civico - 2.2.2 Che cosa fa il difensore civico - 2.2.3 I compiti al servizio della persona e del cittadino - 2.3 L’elezione del difensore civico - 2.3.1 L’ineleggibilità e l’incompatibilità - 2.3.2 La durata in carica - 2.3.3 La rieleggibilità - 2.3.4 La revoca - 2.4 Il difensore civico e l’azione amministrativa - 2.5 Il procedimento amministrativo - 2.5.1 Il responsabile del procedimento e i suoi compiti - 2.5.2 Le valutazioni, gli accertamenti e i poteri istruttori - 2.5.3 Le sollecitazioni dai privati - 2.5.4 L’accertamento d’ufficio, le dichiarazioni e le certificazioni del privato - 2.5.5 La Conferenza di servizi - 2.5.6 Le comunicazioni, le pubblicazioni, le notificazioni ed il provvedimento finale - 2.5.7 La delimitazione delle responsabilità - 2.5.8 I procedimenti complessi - 2.6 L’incontro di lavoro - 2.7 L’indipendenza del difensore civico - 2.8 Il campo di intervento - 2.9 Le funzioni del difensore civico - 2.9.1 La funzione di stimolo e propositiva - 2.9.2 La funzione consultiva - 2.9.3 La funzione di mediazione - 2.9.4 La funzione di garanzia - 2.9.5 La funzione di controllo - 2.9.5.1 Il controllo sugli atti - 2.9.5.2 Le altre forme di controllo - 2.10 L’assistenza e la consulenza ai soggetti privati - 2.10.1 La tutela delle posizioni soggettive (diritti e interessi) - 2.10.2 La tutela degli interessi diffusi - 2.11 I collaboratori dell’ombudsman - 2.11.1 Il vice difensore civico - 2.12 La relazione annuale - 2.13 Il difensore civico regionale - 2.13.1 L’attività del difensore civico regionale - 2.13.2 Il controllo sostitutivo - 2.13.3 La legittimità del controllo sostitutivo - 2.13.4 La tutela dei cittadini presso gli uffici periferici dello Stato - 2.14 Il difensore civico comunale - 2.14.1 Il ruolo del difensore civico comunale - 2.14.2 La tutela dei cittadini presso gli uffici periferici dello Stato - 2.15 Il difensore civico provinciale - 2.16 Il difensore civico di Comunità montana - 2.17 Il difensore civico nazionale - 2.18 Gli istituti e le associazioni di difesa civica - 2.18.1 L’istituto Europeo dell’Ombudsman, EOI (Europäisches Ombudsmann Institut) - 2.18.2 L’International Ombudsman Institute (IOI) - 2.18.3 L’Associazione Nazionale Difensori Civici Italiani (ANDCI) - 2.18.4 Il movimento per la civicrazia - 2.18.5 Il SUI - Sportello unico internazionale della difesa civica (International Ombudsman Counter) - 2.18.6 Il coordinamento nazionale dei difensori civici regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano - 2.18.7 La rete nazionale dei difensori civici - 2.18.8 La cittadinanza attiva. 3 Legittimazione processuale e procedimentale - Il rapporto tra il difensore civico e il giudice penale: 3.1 La legittimazione processuale - 3.2 I ricorsi amministrativi - 3.3 La legittimazione del difensore civico nel processo amministrativo - 3.4 Il difensore civico e il giudice penale - 3.4.1 La supremazia del giudice penale. Considerazioni. 4 Figure affini al difensore civico: 4.1 Gli ombudsman settoriali e le figure affini - 4.1.1 Gli ombudsman settoriali - 4.1.2 L’ombudsman bancario - 4.1.3 Il Garante di Ateneo - 4.1.4 Il Garante del contribuente - 4.2 Le Autorità Amministrative Indipendenti - 4.2.1 I caratteri delle Autorità Amministrative Indipendenti - 4.2.2 La funzione tutoria - 4.2.3 L’autonomia - 4.2.4 Le garanzie - 4.2.5 I rapporti con il Governo - 4.2.6 I poteri - 4.3 Le principali AAI. 5 Posizione e natura giuridica del difensore civico: 5.1 Premessa - 5.2 Le diverse connotazioni del difensore civico - 5.2.1 Organo dell’ente - 5.2.3 Magistrato d’influenza e di persuasione - 5.2.4 Autorità amministrativa indipendente - 5.2.5 Organo della partecipazione popolare - 5.2.6 Organo monocratico dell’ente-Comunità - 5.2.7 Pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio - 5.3 La qualificazione del difensore civico - 5.4 Conseguenze. 6 Il difensore civico in Europa: 6.1 Il Mediatore Europeo - 6.2 I compiti e le funzioni del Mediatore - 6.3 L’ombudsman nei Paesi europei. 7 Prospettive future: 7.1 Il difensore civico e gli organi istituzionali, burocratici e di controllo interno - 7.2 Il difensore civico e la Conferenza di servizi - 7.2.1 Il difensore civico e il procedimento amministrativo - 7.2.3 Attività di controllo - 7.3 La legittimazione nel processo amministrativo - 7.4 Le risorse umane, finanziarie e i beni strumentali - 7.5 Il difensore civico: difesa valida o vuoto simulacro di democrazia? - 7.6 La difesa civica verso il futuro - 7.6.1 Il primato della persona - 7.6.2 La solidarietà - 7.6.3 Il bene comune - 7.6.4 La sussidiarietà - 7.7 Cosa si può fare per ottimizzare l’istituto dell’ombudsman - A. Casi pratici trattati dai difensori civici - B. Qualche importante argomento trattato nella relazione 2003 del difensore della Regione Toscana: (Dott. Giorgio Morales) - C. Principi della normativa internazionale Principi relativi alla autonomia e indipendenza del difensore civico desumibili dalla normativa internazionale - 1. Introduzione - 2. I principi delle Nazioni Unite ed in particolare la Risoluzione 48/134 del 20-12-1993 - 3. I principi del Consiglio d’Europa con particolare riferimento a quelli enunciati dal Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa - 4. I principi dell’Unione Europea (Carta di Nizza) - 5. Proposta dell’Istituto Europeo dell’Ombudsman (EOI): Carta Internazionale del difensore civico efficiente - D. Legislazione regionale sul difensore civico - Regione Abruzzo: Legge regionale 20 ottobre 1995, n. 126. — Istituzione del difensore civico (B.U. 7-11-1995, n. 26). Regione Basilicata: Legge Regionale 14 giugno 1986, n. 11. — Istituzione dell’ufficio del difensore civico (B.U. 19-6-1986, n. 25). Regione Calabria: Legge regionale 16 gennaio 1985, n. 4. — Istituzione del difensore civico presso la Regione Calabria (B.U. 21-1-1985, n. 4). Regione Campania: Legge regionale 11 agosto 1978, n. 23. — Istituzione del difensore civico presso la Regione Campania. Regione Emilia Romagna: Legge Regionale 21 marzo 1995, n. 15. — Nuova disciplina del Difensore civico (B.U. 24-3-1995, n. 51). Regione Friuli-Venezia Giulia: Legge Regionale 23 aprile 1981, n. 20. — Istituzione dell’Ufficio del difensore civico (B.U. 24-4-1981, n. 46). Regione Lazio: Legge regionale 28 febbraio 1980, n. 17. — Istituzione del difensore civico (B.U. 29-3-1980, n. 9). Regione Liguria: Legge regionale 5 agosto 1986, n. 17. — Modifiche alla L.R. 6 giugno 1974, n. 17 istitutiva del Difensore Civico (B.U. 27-8-1986, n. 35). Regione Lombardia: Legge regionale 18 gennaio 1980, n. 7. — Istituzione del difensore civico regionale lombardo (B.U. 16-1-1980, n. 3, 2° s.o.). Regione Marche: Legge regionale del 14 ottobre 1981, n. 29. — Istituzione del difensore civico. Regione Molise: Legge regionale 14 aprile 2000, n. 26. — Istituzione dell’Ufficio del Difensore civico (B.U. n. 8 del 15-4-2000). Regione Piemonte: Legge regionale 9 dicembre 1981, n. 50. — Istituzione dell’ufficio del difensore civico (B.U. 16-12-1981 n. 50). Regione Puglia: Legge regionale 9 luglio 1981, n. 38. — Istituzione del difensore civico. Regione Sardegna: Legge regionale 17 gennaio 1989, n. 4. — Istituzione dell’Ufficio del difensore civico in Sardegna. Regione Toscana: Legge regionale 12 gennaio 1994, n. 4. — Nuova disciplina del Difensore Civico (B.U. 13-1-1994, n. 4bis). Provincia autonoma di Trento: Legge provinciale 20 dicembre 1982, n. 28. — Istituzione dell’Ufficio del Difensore civico (B.U. 21-12-1982, n. 58). Regione Umbria: Legge regionale 30 novembre 1995, n. 45. — Riordino del Difensore civico regionale (B.U. 6-12-1995, n. 59). Regione Valle d’Aosta: Legge regionale 28 agosto 2001, n. 17. — Disciplina del funzionamento dell’Ufficio del Difensore civico. Abrogazione della legge regionale 2 marzo 1992, n. 5 (Istituzione del Difensore civico) (B.U. 29-8-2001, n. 37). Regione Veneto: Legge regionale 6 giugno 1988, n. 28. — Istituzione del difensore civico (B.U. 10-6-1988, n. 35). Bibliografia

Vittorio Galateo, docente di discipline giuridiche, già alto dirigente della Pubblica Amministrazione e autore di opere in materia di enti locali. Componente del Comitato di redazione di "Comuni d'Italia", difensore civico e membro dell'Istituto europeo dell'Ombudsman di Innsbruck.