SE/E73 gli Adempimenti in Edilizia
• Permesso di costruire e D.I.A.
• Responsabilità amministrative e penali di proprietari e progettisti
• Sanzioni
• Piano Casa 2009 e leggi regionali
gli Adempimenti in Edilizia

A. Ciccia

2010

pp. 432

Prezzo €:35,00

Prezzo scontato €26,25

formato 17 x 24

 

(9788851305994)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il volume, dopo aver delineato i profili generali dell'attività edilizia, definisce le principali forme di interventi edilizi ed i relativi regimi abilitativi: permesso di costruire e denuncia di inizio attività. Gli argomenti affrontati interessano la procedura per il rilascio dei titoli, l'ambito di applicazione, la legittimazione ed il trasferimento, la salvaguardia dei diritti di terzi, i presupposti per il rilascio, il permesso in deroga agli strumenti attuativi, l'onerosità dei titoli ed il contributo di costruzione, i principi generali in materia di sanzioni amministrative e gli interventi eseguiti in assenza della denuncia di inizio attività o in totale difformità. Particolare attenzione è riservata al tema della sanatoria con i riflessi amministrativi e penali. Il capitolo conclusivo è dedicato al Piano Casa 2009 e alle leggi regionali che hanno applicato l'intesa Stato-Regioni del 1° aprile 2009.
Il testo, nato con l'obiettivo di illustrare la materia in tutte le sue possibili sfaccettature, si rivolge, per il contenuto operativo e di indirizzo, a professionisti giuristi e tecnici.
1 Attività edilizia: organi e tipologie di interventi (Giorgio Santilli)
1.1 Introduzione
1.2 Competenza legislativa regionale
1.3 La commissione edilizia
1.4 Lo sportello unico
1.5 Le trasformazioni urbanistiche ed edilizie
1.6 I titoli edilizi
1.7 Definizioni degli interventi edilizi
1.8 La ristrutturazione edilizia
1.9 Opere pertinenziali
1.10 Depositi ed impianti all’aperto
2 L’attività edilizia libera (Francesco Delfino)
2.1 Premessa: inquadramento generale
2.2 Gli interventi previsti dalla norma
3 Attività edilizia delle pubbliche amministrazioni (Francesco Delfino)
3.1 L’inquadramento generale
3.2 Le fattispecie contemplate dalla norma
4 L’attività edilizia su aree demaniali (Francesco Delfino)
4.1 La ratio della norma
4.2 Le diverse fattispecie di demanio pubblico
5 L’attività edilizia in assenza di pianificazione (Francesco Delfino)
5.1 La ratio della norma
5.2 I presupposti applicativi
5.3 Vincoli espropriativi e vincoli conformativi
5.4 Lo stralcio di un’area in sede di approvazione del P.R.G
5.5 Le deroghe alla disciplina generale
5.6 La disciplina urbanistica prevista al comma 1 dell’art. 9 del T.U
5.7 Gli interventi di nuova edificazione fuori dal perimetro del centro abitato. Immobili a destinazione produttiva
5.8 La disciplina urbanistica in assenza di pianificazione di dettaglio
6 Il permesso di costruire: nozione ed ambito di applicazione (Gabriella Crepaldi)
6.1 Licenza, concessione, autorizzazione edilizia: l’evoluzione del quadro normativo
6.2 Il permesso di costruire
6.3 Gli interventi edilizi sottoposti al permesso di costruire
6.4 La competenza regionale
7 I caratteri del permesso di costruire: legittimazione, trasferimento, diritti dei terzi (Massimo Andreis)
7.1 La legittimazione al rilascio del titolo edilizio
7.2 Proprietario, promissario acquirente e comproprietari
7.3 Titolari di diritti reali od obbligatori
7.4 Possessori
7.5 Trasferimento del titolo
7.6 Irrevocabilità ed onerosità del titolo edilizio
7.7 Il rilascio del titolo edilizio ed i terzi
8 I presupposti per il rilascio del permesso di costruire (Saul Monzani)
8.1 Il rispetto della disciplina urbanistica
8.2 La realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria
8.3 Le misure di salvaguardia
8.4 Le misure di salvaguardia di competenza comunale
8.5 Le misure di salvaguardia di competenza regionale
9 La competenza al rilascio del permesso di costruire (Paola Grazioli)
9.1 Lineamenti essenziali del sistema delle competenze
9.2 I problemi posti dall’art. 13, comma 1, del T.U. dell’edilizia
9.3 Il potere sostitutivo regionale
10 Il permesso in deroga agli strumenti attuativi (art. 14) (Riccardo Ludogoroff)
10.1 L’inquadramento storico e sistematico dell’istituto della “deroga”
10.2 Il permesso in deroga nel T.U
10.3 Gli edifici e gli impianti pubblici o di interesse pubblico
10.4 Il procedimento per il rilascio
10.5 I limiti della deroga
10.6 I rapporti con i soggetti terzi
11 Efficacia temporale e decadenza del permesso di costruire (art. 15) (Riccardo Ludogoroff)
11.1 Efficacia temporale del permesso
11.2 Termine per l’inizio dei lavori
11.3 Termine per l’ultimazione dei lavori
11.4 Il factum principis
11.5 Proroga: presupposti e contenuto
11.6 La decadenza del permesso
11.7 Effetti della decadenza
11.8 Le nuove previsioni urbanistiche
11.9 La decadenza e i soggetti terzi
12 Il contributo di costruzione (Riccardo Ludogoroff, Vilma Aliberti)
12.1 Introduzione
12.2 Natura giuridica del contributo
12.3 Determinazione del contributo afferente agli oneri di urbanizzazzione
12.4 Determinazione del contributo afferente al costo di costruzione
12.5 Soggetti obbligati; decorrenza, termini e garanzie per l’adempimento; prescrizione dell’obbligo contributivo
12.6 Opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri di urbanizzazione dovuti
12.7 Mutamento di destinazione d’uso
12.8 Casistica
a) Rapporti con il permesso di costruire
b) Motivazione e potere di revisione dell’Amministrazione
c) Ripetibilità del contributo, prescrizioni e contestazioni
13 Riduzione ed esonero dal contributo di costruzione (Vilma Aliberti)
13.1 Introduzione
13.2 Riduzione del contributo: prima abitazione e immobili dello Stato
13.3 I casi di esonero dal contributo di costruzione
a) Interventi in zona agricola
b) Ristrutturazione ed ampliamento di edifici unifamiliari
c) Opere pubbliche e opere di urbanizzazione
d) Opere da realizzare a seguito di pubbliche calamità
e) Opere finalizzate al risparmio energetico
14 Il contributo per l’edilizia abitativa convenzionata (Vilma Aliberti)
14.1 La riduzione del contributo per l’edilizia abitativa convenzionata
14.2 La convenzione tipo
14.3 Casistica
15 Il contributo per opere ed impianti non residenziali (Vilma Aliberti)
15.1 Interventi destinati ad attività industriali ed artigianali
15.2 Interventi destinati ad attività turistiche, commerciali, direzionali e allo svolgimento di servizi
15.3 La categoria di destinazione prevalente
16 Le violazioni al contributo di costruzione (Antonio Ciccia)
16.1 Le sanzioni
16.2 La riscossione
17 Il procedimento per il rilascio del permesso di costruire (Emanuele Comi)
17.1 Introduzione
17.2 Le competenze regionali ed il procedimento
17.3 La domanda per il rilascio del permesso di costruire
17.4 I documenti a corredo dell’istanza
17.5 Il responsabile del procedimento e la fase istruttoria
17.6 La comunicazione di avvio del procedimento e l’esame delle domande
17.7 L’istruttoria
17.8 La richiesta di modifiche di modesta entità e di integrazione della documentazione
17.9 La proposta di provvedimento
17.10 La conferenza di servizi
17.11 La commissione edilizia e la fase consultiva
17.12 L’adozione del provvedimento finale e la fase costitutiva
17.13 Forme di pubblicità
17.14 L’impugnazione e la legittimazione ad agire
17.15 Il tempo del procedimento
17.16 I termini nei Comuni popolosi e per progetti particolarmente complessi
17.17 La richiesta di provvedere e l’impugnazione del silenzio
17.18 L’intervento sostitutivo regionale
17.19 Il procedimento per il rilascio del permesso di costruire in particolari fattispecie
18 D.I.A.: presupposti e procedimento (Francesco Delfino)
18.1 Natura giuridica della D.I.A
18.2 Inquadramento generale dell’istituto
18.3 Il requisito della conformità
18.4 Gli interventi realizzabili con D.I.A. “semplice”
18.5 Gli interventi di ristrutturazione edilizia
18.6 Gli altri interventi realizzabili con la c.d. super-D.I.A
18.7 I poteri riconosciuti alle Regioni dal comma 4 dell’art. 30 del T.U
18.8 Il contributo di costruzione
18.9 Gli immobili sottoposti a tutela
18.10 Il procedimento per il rilascio della denuncia di inizio attività
19 Il certificato di agibilità (Roberto Longhin)
19.1 Genesi dell’istituto
19.2 Regime normativo
19.3 La ratio
19.4 Soggetti ed interventi coinvolti
19.5 Il procedimento per il rilascio
19.6 I termini
19.7 Il silenzio-assenso
19.8 Gli effetti del provvedimento
19.9 La dichiarazione di inagibilità
20 La vigilanza sull’attività urbanistico-edilizia (Mario Sandretto)
20.1 Premessa
20.2 L’evoluzione normativa e le competenze
20.3 Natura ed oggetto della vigilanza; la “denuncia dei cittadini”, gli strumenti di tutela azionabili dall’esponente e l’accesso ai documenti
20.4 La vigilanza su opere eseguite da Amministrazioni statali
20.5 I provvedimenti cautelari: la sospensione dei lavori
21 I soggetti responsabili (Riccardo Ludogoroff, Mario Sandretto)
21.1 La responsabilità del titolare del permesso, del committente, del costruttore e del direttore dei lavori; la presunzione di responsabilità e la prova liberatoria
21.2 La responsabilità del proprietario
21.3 La responsabilità del progettista
21.4 Natura delle sanzioni pecuniarie: conseguenze e solidarietà delle obbligazioni
22 Principi generali in materia di sanzioni amministrative (Mario Sandretto)
22.1 Premessa
22.2 La natura vincolata del potere; imprescrittibilità ed effetti del decorso del tempo
22.3 L’omessa o ritardata applicazione delle sanzioni: profili di responsabilità
22.4 La tipicità delle misure repressive
22.5 La retroattività o meno delle sanzioni
22.6 La comunicazione di avvio del procedimento
22.7 L’utilizzo dei proventi delle sanzioni pecuniarie
23 Le sanzioni (Maria Teresa Fanzini)
23.1 Il sistema sanzionatorio nell’evoluzione legislativa e nelle attuali caratteristiche generali
23.2 L’articolazione delle sanzioni
23.3 Le ipotesi applicative
a) Assenza di permesso
b) Totale difformità
c) Variazioni essenziali
23.4 Interventi su immobili vincolati
23.5 Ristrutturazione in assenza di permesso o in totale difformità
23.6 Quadro riepilogativo
23.7 Regimi differenziati per immobili ed aree vincolati
23.8 Sanzioni pecuniarie ablative
23.9 Lottizzazione abusiva
23.10 Identificazione della fenomenologia di lottizzazione abusiva
23.11 Misure repressive per la lottizzazione abusiva
23.12 Procedimento di accertamento degli abusi edilizi
23.13 Procedimento di irrogazione delle sanzioni
23.14 Ordine di demolizione
23.15 Sanzioni pecuniarie alternative
23.16 Interventi sui beni culturali e paesaggistici
23.17 Sanzioni per interventi in parziale difformità dal titolo
23.18 Le sanzioni regionali sostitutive: annullamento del permesso, sospensione dei lavori e demolizione dell’opera abusiva (Antonio Ciccia)
23.19 Illegittimità dell’art. 41 (Antonio Ciccia)
23.20 Scheda finale
24 La sanatoria (Alberto Ferrero)
24.1 Premessa
24.2 Evoluzione storica dell’istituto. La “sanatoria generale” o “giurisprudenziale” e l’accertamento di conformità
24.3 L’art. 36 del T.U. dell’edilizia e la “doppia conformità”
24.4 L’accertamento di conformità come attività vincolata della pubblica amministrazione
24.5 Casi in cui può essere richiesto l’accertamento di conformità
24.6 Termini per la proposizione dell’istanza
24.7 Soggetti legittimati a richiedere l’accertamento di conformità
24.8 Il pagamento a titolo di oblazione
24.9 Alcuni aspetti procedimentali ed il parere della commissione edilizia comunale
24.10 Problematiche riconnesse al silenzio-rifiuto e rimedi giurisdizionali
24.11 Rapporti tra la presentazione dell’istanza ed il potere sanzionatorio del Comune
24.12 Problematiche riconnesse all’autorizzazione paesaggistica
24.13 Permesso in sanatoria con prescrizioni
24.14 L’accertamento di conformità per le opere sottoposte al regime della D.I.A
24.15 Scheda finale
25 Interventi eseguiti in assenza della denuncia d’inizio attività o in totale difformità (Alberto Ferrero)
25.1 I poteri dell’Amministrazione comunale con riferimento alla denuncia di inizio attività: controllo e potere repressivo
25.2 Ambito di applicazione dell’art. 37 del T.U. dell’edilizia
25.3 Fattispecie sanzionatorie
25.4 Scheda finale
26 Annullamento del permesso di costruire (Alberto Ferrero)
26.1 Premessa
26.2 L’art. 38 del T.U. dell’edilizia: la rimozione dei vizi procedurali
26.3 L’annullamento in autotutela e l’interesse pubblico sotteso
26.4 La tutela dell’affidamento e la comparazione tra l’interesse pubblico e l’ulteriore interesse del privato
26.5 Annullamento del permesso di costruire e sanzioni
26.6 Annullamento del permesso di costruire in sede giurisdizionale
26.7 Rapporti tra l’annullamento e la denuncia di inizio attività
26.8 Scheda finale
27 Le sanzioni penali (Roberto Piacentino)
27.1 Premessa
27.2 I rapporti fra il procedimento penale ed il procedimento amministrativo
27.3 I reati urbanistici nel sistema delle fonti
27.4 I principi fondamentali della legislazione statale in materia edilizia
27.5 L’interesse protetto
27.6 I singoli reati
27.7 Le condotte
27.8 La natura intrinseca dell’intervento edilizio
27.9 I vincoli
27.10 La mancanza e la violazione del titolo abilitativo
27.10.1 L’assenza del titolo abilitativo
27.10.2 L’inefficacia del titolo abilitativo
27.10.3 L’illegittimità del titolo abilitativo
27.10.4 La lottizzazione abusiva
27.10.5 La difformità totale
27.10.6 Le variazioni essenziali
27.10.7 La difformità parziale
27.10.8 Le varianti in corso d’opera
27.10.9 L’inosservanza di norme, prescrizioni e modalità esecutive
27.10.10 Mutamento della destinazione d’uso: caso di un edificio ultimato, in corso di trasformazione o costruzione
27.10.11 Le pertinenze
27.10.12 Le opere temporanee e precarie
27.11 La prosecuzione dei lavori nonostante l’ordine sindacale di sospensione
27.12 L’ordine di demolizione in sede penale
27.13 I soggetti
27.14 L’elemento soggettivo
27.15 Consumazione, permanenza e prescrizione del reato
27.16 Lo stato di necessità
27.17 Il risarcimento del danno
27.18 I sequestri
27.18.1 Il sequestro probatorio
27.18.2 Il sequestro preventivo e conservativo
27.18.3 La cessazione del sequestro
27.18.4 Le impugnazioni in materia di sequestri
27.19 Scheda finale
28 Norme relative all’azione penale: sospensione dell’azione penale ed estinzione dei reati (Roberto Piacentino)
28.1 Premessa
28.2 I procedimenti amministrativi di sanatoria di cui all’art. 36
28.3 La conseguente sospensione dell’azione penale
28.4 Gli effetti penali dell’accertamento di conformità di cui all’art. 36
28.5 L’irrilevanza penale di altre procedure di regolarizzazione
29 Le sanzioni civilistiche (Alessandro Re)
29.1 Premessa
29.2 La nullità degli atti prevista dalle leggi 765/1967 e 10/1977
a) La legge 6 agosto 1967, n. 765
b) La legge 28 gennaio 1977, n. 10
29.3 La nullità degli atti prevista nella L. 47/1985
29.3.1 Edifici costruiti dopo l’entrata in vigore della L. 47/1985
29.3.2 I diritti reali di garanzia e di servitù
29.3.3 I vari tipi di atti
29.3.4 Inapplicabilità ai contratti preliminari
29.3.5 Concetto di edifici e loro parti
29.3.6 Edifici costruiti prima dell’entrata in vigore della L. 47/1985
29.4 La nullità degli atti nel D.Lgs. 122/2005
29.5 Invalidità del contratto
29.5.1 Nullità del contratto
29.5.2 Annullabilità del contratto
29.6 La nullità prevista dall’art. 46 del D.P.R. 380/2001
29.7 Le sanzioni a carico dei notai
29.8 Le sanzioni a carico delle aziende erogatrici di servizi pubblici
29.9 Scheda finale
30 Il Piano Casa 2009 e le leggi regionali (Antonio Ciccia)
30.1 Il piano casa nazionale
30.2 Il piano casa in Valle d’Aosta
30.3 Il piano casa in Piemonte
30.4 Il piano casa in Lombardia
30.5 Il piano casa in Veneto
30.6 Il piano casa in Emilia-Romagna
30.7 Il piano casa in Toscana
30.8 Il piano casa in Umbria
30.9 Il piano casa nel Lazio
30.10 Il piano casa in Abruzzo
30.11 Il piano casa in Molise
30.12 Il piano casa nelle Marche
30.13 Il piano casa in Friuli Venezia Giulia
30.14 Il piano casa in Sardegna
30.15 Il piano casa in Sicilia
30.16 Il piano casa in Basilicata
30.17 Il piano casa a Bolzano
30.18 Il piano casa in Puglia
30.19 Il piano casa in Liguria
30.20 Il piano casa in Campania
Indice analitico
Antonio Ciccia
Avvocato, svolge la sua attività professionale a Torino. Collabora da anni con “Italia Oggi”, scrivendo per la sezione Diritto e Fisco. È esperto di procedimenti amministrativi ed enti locali. È autore di numerose pubblicazioni ed esercita attività di formatore, in particolare per dirigenti e funzionari pubblici.