E. Zanetti
SE/D14 I conferimenti nelle Società
Alla luce delle riforme societaria e fiscale
beni in natura e crediti - prestazioni d'opera e di servizi - aziende e rami d'azienda
I conferimenti nelle Società

2004

pp. 256

Prezzo €:19,00

Prezzo scontato €14,25

Prezzo pdf: € 9,90

formato 17 x 24

 

(9788851302221)

 
 
 
 
 
 
 

 

Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.
 
 
La riforma del diritto societario ha recato importanti novità in materia di conferimenti nella s.p.a. e nelle s.r.l.
A sua volta, la riforma fiscale ha ridisegnato la disciplina, prevedendo, tra l'altro, l'ampliamento dell'ambito soggettivo d'applicazione del regime di neutralità fiscale e la piena legittimità dell'operazione conferimento e successiva cessione della partecipazione come alternativa alla cessione diretta.
Il volume approfondisce in modo sistematico la nuova normativa civilistica e fiscale in argomento, soffermandosi sulla fattispecie del conferimento di complesso aziendale e sul rinnovato assetto che lo stesso riceve nel panorama delle operazioni straordinarie. Lo scopo è mettere in luce come il conferimento di azienda post riforma sia un'interessante soluzione anche in contesti operativi per i quali, in precedenza, non sarebbe stata, invece, presa in considerazione.
1. Aspetti generali - 1.1 Società «Lucrative» - 1.1.1 Obbligo di conferimento dei soci - 1.1.1.1 Conferimenti in società di persone - 1.1.1.2 Conferimenti in società di capitali - 1.1.2 Pluralità dei soci fondatori - 1.1.2.1 Società c.d. «uninominali» - 1.1.2.2 Società obbligatoriamente pluripersonali - 1.1.3 Esercizio in comune di un’attività economica - 1.1.3.1 Nozione di «esercizio comune» - 1.1.3.2 Nozione di «attività economica» - 1.1.4 Scopo di lucro - 1.2 Società ed enti mutualistici - 1.2.1 Requisiti sostanziali del contratto di società cooperativa - 1.2.1.1 Obbligo di conferimento dei soci - 1.2.1.2 Pluralità dei soci - 1.2.1.3 Esercizio in comune di un’attività economica - 1.2.1.4 Scopo mutualistico - 1.2.1.5 Principio della porta aperta - 1.2.2 Breve riepilogo delle novità in materia di disciplina delle società cooperative - 1.2.2.1 Disposizioni generali e nozione di mutualità prevalente - 1.2.2.2 Responsabilità per le obbligazioni sociali - 1.2.2.3 Norme applicabili - 1.2.2.4 Costituzione - 1.2.2.5 Disposizioni in materia di quote e azioni - 1.2.2.6 Organi sociali e destinazione dell’utile - 1.2.2.7 Modificazioni dell’atto costitutivo - 1.2.2.8 Controlli esterni - 1.2.2.9 Disciplina transitoria - 1.3 Elementi caratterizzanti il contratto di ente «consortile»
2. Costituzione della società conferitaria - 2.1 Disciplina in materia di costituzione di società di persone Pag. 35 - 2.2 Disciplina in materia di costituzione di società per azioni e in accomandita per azioni - 2.2.1 Costituzione ordinaria - 2.2.1.1 Capitale sociale minimo - 2.2.1.2 Forma e contenuto dell’atto costitutivo - 2.2.1.3 Condizioni per la costituzione della società - 2.2.1.4 Deposito dell’atto costitutivo - 2.2.1.5 Iscrizione nel Registro delle Imprese - 2.2.1.6 Nullità della società - 2.2.1.7 Soci fondatori - 2.2.2 Costituzione per pubblica sottoscrizione - 2.2.2.1 Presentazione e deposito del programma - 2.2.2.2 Raccolta delle sottoscrizioni - 2.2.2.3 Assemblea dei sottoscrittori - 2.2.2.4 Costituzione della società - 2.2.2.5 Prerogative e obblighi dei promotori - 2.2.3 Principali novità e spunti di riflessione - 2.2.3.1 Capitale sociale minimo - 2.2.3.2 Costituzione per atto unilaterale - 2.2.3.3 Costituzione di società a durata illimitata - 2.2.3.4 Ubicazione della sede - 2.3 Disciplina in materia di costituzione di società a responsabilità limitata - 2.3.1 Analisi del nuovo quadro disciplinare - 2.3.1.1 Natura e forma dell’atto costitutivo - 2.3.1.2 Contenuto obbligatorio dell’atto costitutivo - 2.3.1.3 Rapporti con i soci fondatori - 2.3.1.4 Condizioni per la costituzione - 2.3.1.5 Deposito dell’atto costitutivo presso il Registro delle Imprese - 2.3.1.6 Iscrizione della società nel Registro delle Imprese e suoi effetti - 2.3.1.7 Inefficacia dell’atto costitutivo - 2.3.1.8 Nullità della società - 2.3.2 Principali novità e spunti di riflessione - 2.3.2.1 Identificazione atto costitutivo - statuto - 2.3.2.2 Ammontare del capitale sociale minimo - 2.3.2.3 Durata della società - 2.3.2.4 Indicazione della sede Pag. 54 - 2.3.2.5 Termini per il deposito dell’atto costitutivo - 2.3.2.6 Inefficacia dell’atto costitutivo - 2.3.2.7 Nullità della società - 2.4 Disciplina in materia di costituzione di società cooperativa - 2.4.1 Approvazione di regolamenti interni - 2.4.2 Piccola società cooperativa - 2.4.3 Termini di registrazione - 2.4.4 Ingresso di nuovi soci - 2.4.5 Aumenti di capitale - 2.5 Disciplina in materia di costituzione di società consortile
3. Disciplina dei conferimenti societari - 3.1 Conferimenti in società di persone - 3.2 Conferimenti in società per azioni e in accomandita per azioni - 3.2.1 Modalità di esecuzione dei conferimenti - 3.2.1.1 Conferimenti in denaro - 3.2.1.2 Conferimenti in natura - 3.2.1.3 Prestazioni accessorie - 3.3 Conferimenti in società a responsabilità limitata - 3.3.1 Modalità di esecuzione dei conferimenti - 3.3.1.1 Conferimenti in denaro - 3.3.1.2 Sostituzione del conferimento in denaro con la prestazione di garanzie - 3.3.1.3 Conferimenti diversi dal denaro - 3.3.2 Stima dei conferimenti di beni in natura e di crediti - 3.3.3 Mancata esecuzione dei conferimenti - 3.3.4 Brevi spunti di riflessione sulle principali novità introdotte dalla riforma - 3.3.4.1 Srl e garanzia patrimoniale rappresentata dal capitale sociale - 3.3.4.2 Stima dei conferimenti di beni in natura e di crediti - 3.3.4.3 Conferimenti di prestazioni d’opera o di servizi - 3.3.4.4 Prestazioni accessorie - 3.4 Conferimenti in società cooperative - 3.5 Conferimenti in società consortili
4. Profili operativi, contabili e fiscali - 4.1 Conferimenti in denaro Pag. 79 - 4.1.1 Società di persone - 4.1.1.1 Aspetti contabili - 4.1.1.2 Imposte sul reddito - 4.1.1.3 IVA - 4.1.1.4 Altre imposte indirette - 4.1.2 Società di capitali - 4.1.2.1 Aspetti contabili - 4.1.2.2 Imposte sul reddito - 4.1.2.3 IVA - 4.1.2.4 Altre imposte indirette - 4.2 Conferimenti di crediti - 4.2.1 Società di persone - 4.2.1.1 Aspetti contabili - 4.2.1.2 Imposte sul reddito - 4.2.1.3 IVA - 4.2.1.4 Altre imposte indirette - 4.2.2 Società di capitali - 4.2.2.1 Aspetti contabili - 4.2.2.2 Imposte sul reddito - 4.2.2.3 IVA - 4.3 Conferimenti di immobili e altri beni in natura (escluso il conferimento d’azienda) - 4.3.1 Società di persone - 4.3.1.1 Aspetti contabili - 4.3.1.2 Imposte sul reddito - 4.3.1.3 IVA - 4.3.1.4 Altre imposte indirette - 4.3.2 Società di capitali - 4.3.2.1 Aspetti contabili - 4.3.2.2 Riflessi fiscali - 4.4 Conferimenti di prestazioni d’opera e di servizi - 4.4.1 Società di persone - 4.4.2 Società a responsabilità limitata - 4.4.2.1 Aspetti contabili e fiscali - 4.4.2.2 Esempio numerico - 4.4.2.3 Alcune considerazioni - 4.5 Conferimenti non proporzionali in SpA e in Srl Pag. 98 - 4.5.1 Riflessi fiscali - 4.5.2 Costituzione e aumento di capitale
5. In particolare sul conferimento di azienda - 5.1 Nozione d’azienda - 5.2 Atto di conferimento - 5.2.1 Aspetti formali - 5.2.1.1 Iscrizione dell’atto di conferimento d’azienda nel Registro delle Imprese - 5.2.2 Aspetti sostanziali - 5.2.2.1 Esatta individuazione dell’oggetto del conferimento - 5.2.2.2 Indicazione del valore di conferimento - 5.3 Profili disciplinari connessi alla circolazione dell’azienda - 5.3.1 Successione nei contratti aziendali (escluso il lavoro dipendente) - 5.3.1.1 Contratto di agenzia - 5.3.1.2 Contratto di locazione immobiliare - 5.3.1.3 Contratto di leasing - 5.3.2 In particolare sulla successione nei contratti di lavoro dipendente - 5.3.2.1 Principi sostanziali di tutela stabiliti dall’art. 2112 - 5.3.2.2 Continuazione del rapporto di lavoro senza soluzione di continuità - 5.3.2.3 Opposizione al trasferimento del proprio rapporto di lavoro - 5.3.2.4 Aziende con oltre quindici dipendenti - 5.3.3 Trasferimento dei crediti (esclusi quelli di natura fiscale) - 5.3.4 In particolare sul trasferimento dei crediti fiscali - 5.3.4.1 Crediti per imposte dirette - 5.3.4.2 Crediti IVA - 5.3.5 Trasferimento delle passività - 5.3.5.1 Valenza meramente interna dell’accordo tra le parti - 5.3.5.2 Libri contabili obbligatori - 5.3.5.3 Importi iscritti nel passivo tra i fondi per rischi e oneri - 5.3.5.4 Debiti contributivi - 5.3.5.5 Assicurazione contro gli infortuni sul lavoro - 5.3.5.6 Responsabilità tributaria - 5.3.6 Trasferimento dei segni distintivi - 5.3.6.1 Trasferimento della ditta - 5.3.6.2 Trasferimento dell’insegna - 5.3.6.3 Trasferimento del marchio - 5.3.7 Divieto di concorrenza Pag. 126 - 5.3.8 Trasferimento di licenze e autorizzazioni amministrative - 5.3.9 Responsabilità amministrativa - 5.4 Metodologie per la valutazione di un complesso aziendale - 5.4.1 Nozione di valore - 5.4.1.1 Valore come fondo o stock - 5.4.1.2 Valore come flusso - 5.4.1.3 Valore secondo «i prezzi probabili» - 5.4.2 Principali metodi di valutazione dell’azienda - 5.4.3 In particolare sui metodi patrimoniali - 5.4.4 In particolare sui metodi reddituali - 5.4.4.1 Orizzonte temporale di riferimento - 5.4.4.2 Flusso reddituale atteso - 5.4.4.3 Tasso di attualizzazione - 5.4.5 Cenni sui metodi finanziari - 5.4.6 In particolare sui metodi misti patrimoniali-reddituali - 5.4.6.1 Stima autonoma Goodwill - 5.4.6.2 Metodo del valore medio - 5.4.7 Cenni sul metodo dei moltiplicatori di mercato - 5.4.7.1 Approccio delle società comparabili - 5.4.7.2 Approccio delle transazioni comparabili - 5.4.8 Variabili esogene e parametri da considerare in sede di valutazione - - 5.4.8.1 Variabile fiscale (cenni) - 5.4.8.2 Tassi di interesse - 5.4.8.3 Alcune riflessioni sulla componente inflativa - 5.5 Esempio di sviluppo di relazione di stima con il metodo misto patrimoniale-reddituale - 5.5.1 Premessa della relazione - 5.5.2 Complesso aziendale oggetto di valutazione - 5.5.3 Finalità della valutazione - 5.5.4 Metodologia di valutazione adottata - 5.5.5 Processo di valutazione - 5.5.5.1 Determinazione del valore del capitale investito (componente patrimoniale) - 5.5.5.2 Determinazione del valore dell’avviamento (componente reddituale) - - 5.5.6 Parte finale dedicata alle conclusioni - 5.5.7 Formulario di perizia
6. - Aspetti fiscali del conferimento d’azienda - 6.1 Imposte dirette Pag. 167 - 6.1.1 Conferimento d’azienda «in continuità di valori contabili» - 6.1.1.1 Ambito soggettivo di applicazione - 6.1.1.2 Ambito oggettivo di applicazione - 6.1.1.3 Continuità dei valori contabili - 6.1.1.4 Adempimenti - 6.1.1.5 Unica azienda dell’imprenditore individuale - 6.1.2 Conferimento d’azienda «in continuità di valori fiscali» - 6.1.2.1 Ambito soggettivo di applicazione - 6.1.2.2 Ambito oggettivo di applicazione - 6.1.2.3 Continuità dei valori fiscali e «disallineamento» con i valori contabili - - 6.1.2.4 Adempimenti - 6.1.2.5 Ulteriori aspetti in capo al conferente - 6.1.2.6 Ulteriori aspetti in capo al conferitario - 6.1.2.7 Unica azienda dell’imprenditore individuale - 6.1.2.8 Legittimità fiscale della consecutio «conferimento – successiva cessione della partecipazione» - 6.1.3 Conferimento d’azienda «intracomunitario» (cenni) - 6.1.4 Conferimento d’azienda e IRAP - 6.2 Imposte indirette - 6.2.1 Riflessi sostanziali ai fini IVA - 6.2.1.1 Rettifica della detrazione operata sui beni ammortizzabili - 6.2.1.2 Plafond IVA - 6.2.1.3 Trasferimento delle posizioni soggettive - 6.2.2 Adempimenti ai fini IVA - 6.2.2.1 Comunicazioni di variazione dati - 6.2.2.2 Trasferimento del plafond IVA - 6.2.2.3 Dichiarazione annuale - 6.2.2.4 Versamento degli acconti - 6.2.3 Altre imposte
7. Conferimento d’azienda e successiva cessione della partecipazione - 7.1 Disciplina fiscale ante riforma delle plusvalenze su partecipazioni - 7.2 Ratio della riforma - 7.3 Plusvalenze su partecipazioni realizzate da soggetti IRPEF Pag. 199 - 7.3.1 Plusvalenze realizzate nell’esercizio di attività di impresa - 7.3.2 Plusvalenze realizzate al di fuori dell’esercizio di attività di impresa su partecipazioni qualificate - 7.3.3 Plusvalenze realizzate al di fuori dell’esercizio di attività di impresa su partecipazioni non qualificate - 7.4 Participation exemption - 7.4.1 Modalità di realizzo e determinazione della plusvlenza - 7.4.2 Forma giuridica dei soggetti partecipati - 7.4.3 Requisiti della partecipazione - 7.4.3.1 Requisito dell’ininterrotto possesso (lettera a) - 7.4.3.2 Iscrizione in bilancio tra le immobilizzazioni finanziarie (lettera b) - 7.4.3.3 Partecipazioni in soggetti residenti in Paesi a fiscalità privilegiata (lettera c) - 7.4.3.4 Effettività dell’esercizio di attività commerciale o industriale (lettera d) - 7.5 Tabella riepilogativa del nuovo assetto normativo
Appendice normativa
L. 29 dicembre 1990, n. 428
— Legge Comunitaria per il 1990 (Articolo estratto)
D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 — Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300 (Articolo estratto)
D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 — Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi (testo vigente)
D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446 — Istituzione dell’imposta regionale sulle attività produttive (Articolo estratto)
D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131 — Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro (Articoli estratti)
D.Lgs. 31 ottobre 1990, n. 347 — Approvazione del Testo Unico delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale (Articolo estratto)
D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 — Istituzione e disciplina dell’imposta sul valore aggiunto (Articoli estratti)