C. De Stefanis - A. Quercia
SE/D1 La forma giuridica d'impresa guida alla scelta
• Impresa individuale, società di persone e di capitali
• Novità in materia di liberalizzazioni: attività artigiana, agricola e commerciale
• Convenienze civilistiche e tributarie
La forma giuridica d'impresa guida alla scelta

2007

pp. 352

Prezzo €: 46,00

Prezzo pdf: € 8,90

formato 17 x 24

 

(978 88 513 0465 2)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

La scelta della forma d'impresa (individuale o collettiva) non ha soluzioni univoche o definitive, in quanto collegata alla gestione: per definizione, dinamica e mutevole nel tempo.
Le decisioni implicano conseguenze di carattere economico, vincolano le opzioni relative ai finanziamenti, condizionano i rapporti tra i soci (laddove esista una compagine sociale) e comportano un diverso trattamento fiscale, con ripercussioni sui costi aziendali. Non si trascuri, poi, che la veste giuridica può essere variata in conseguenza di operazioni come trasformazioni, fusioni, scorpori e che ogni cambiamento sottintende oneri e problematiche.
Attraverso un'attenta analisi della legislazione più aggiornata, delle diverse configurazioni d'impresa, degli iter procedurali e dei costi che richiedono, gli autori suggeriscono i modelli maggiormente adattabili alle singole esigenze. Nel testo - alla IV edizione - trova, inoltre, spazio la descrizione di forme associate come la società tra avvocati e l'impresa artigiane esercitata collettivamente.


La versione e-book non comprende il CD-Rom.

 

Parte Prima
La scelta della forma giuridica
1. La scelta della forma giuridica

1.1 L’avvio di un’attività
1.1.1 Quale forma giuridica assumere
1.2 Impresa individuale o impresa collettiva (società)?
1.3 L’impresa individuale
1.4 Le società
1.4.1 Le capacità richieste per poter sottoscrivere un contratto di società
1.4.2 Requisiti essenziali del contratto di società
1.4.3 I segni distintivi
1.4.4 La sede sociale e le sedi secondarie
1.4.5 La nazionalità
1.5 Le tipologie di società
1.5.1 Le società di persone
1.5.2 Le società di capitali
Parte Seconda
L’impresa individuale
2. L’impresa individuale

2.1 Definizione
2.2 L’impresa familiare
2.2.1 La natura giuridica
2.2.2 I ruoli e i diritti del titolare e dei familiari
2.2.3 Le decisioni relative alla gestione dell’impresa familiare
2.2.4 La costituzione di impresa familiare
2.3 L’azienda coniugale
2.3.1 Differenza tra impresa familiare e azienda coniugale
2.4 Le diverse figure di azienda coniugale previste dall’art. 177 c.c.
2.4.1 L’azienda
2.4.2 I singoli beni
2.4.3 L’esercizio dell’impresa
3. Gli adempimenti amministrativi e fiscali per la costituzione dell’impresa individuale non artigiana
3.1 La costituzione dell’impresa individuale non artigiana
3.1.1 Il concetto di inizio di impresa
3.2 Il flusso degli adempimenti amministrativi e fiscali per l’avvio dell’impresa individuale
3.2.1 Le modalità attualmente previste per la richiesta di partita IVA e/o codice fiscale
3.2.2 Iscrizione presso il Registro delle Imprese senza richiesta di partita IVA e denuncia di attività
3.2.3 La denuncia di inizio attività dell’impresa individuale
3.2.4 Iscrizione INPS
3.2.5 Comunicazione all’INAIL
3.2.6 L’iscrizione nel Registro delle imprese e gli adempimenti ai fini previdenziali per gli artigiani e commercianti
3.2.7 Altri adempimenti
3.3 Soggetti sottoposti all’obbligo di tenuta dei libri sociali, registri e scritture contabili
3.3.1 La normativa civilistica
3.3.2 Disciplina fiscale
Parte Terza
Le società di persone
4. Disciplina delle società di persone

4.1 Aspetti generali
4.2 Gli amministratori e la scelta della società
4.3 Le caratteristiche della società in nome collettivo
4.4 Le caratteristiche della società in accomandita semplice
4.5 Le caratteristiche della società semplice
5. La disciplina delle società in nome collettivo e in accomandita semplice irregolari
5.1 Società in nome collettivo e in accomandita semplice irregolare
5.1.1 Regolarizzazione
5.2 Disciplina della s.n.c. irregolare
5.2.1 Oggetto sociale
5.2.2 Rappresentanza (art. 2297, comma 2, c.c.)
5.2.3 Responsabilità per le obbligazioni sociali (art. 2268 cui rinvia l’art. 2297 c.c.)
5.2.4 Scioglimento
5.3 Società in accomandita semplice irregolare
5.3.1 Rapporti tra società e terzi
6. La disciplina civilistica della costituzione delle società di persone
6.1 La costituzione di un’impresa sotto forma di società di persone
6.2 La società in nome collettivo
6.3 Le condizioni per la costituzione di una società in nome collettivo
6.3.1 Contenuto essenziale dell’atto costitutivo
6.3.2 Contenuto eventuale dell’atto costitutivo
6.3.3 Forma (art. 2296, comma 1, c.c.)
6.3.4 Le caratteristiche dei soci
6.3.5 Iscrizione nel Registro delle imprese
6.4 Le condizioni per la costituzione di una società in accomandita semplice
6.4.1 I soci
6.4.2 Contenuto essenziale dell’atto costitutivo
6.4.3 Contenuto eventuale dell’atto costitutivo
6.4.4 Forma
6.4.5 Iscrizione nel Registro delle imprese
6.5 La costituzione della società semplice
6.5.1 Oggetto sociale
6.5.2 Forma
6.5.3 Iscrizione nel Registro delle imprese
7. Flussi di costituzione delle società di persone
7.1 Flusso degli adempimenti amministrativi per la costituzione di s.n.c. e s.a.s.
7.1.1 Notaio
7.1.2 Registrazione dell’atto costitutivo presso l’Agenzia delle Entrate
7.1.3 Richiesta partita IVA e codice fiscale
7.1.4 La denuncia di inizio attività al Registro delle imprese
7.1.5 Adempimenti presso il Registro delle imprese
7.1.6 Richiesta licenze e autorizzazioni amministrative
7.1.7 Iscrizione INPS
7.1.8 Comunicazione all’INAIL
7.1.9 L’iscrizione nel Registro delle imprese e gli adempimenti ai fini previdenziali per gli artigiani e commercianti
7.1.10 Autorizzazione sanitaria e idoneità locali/attrezzature
7.1.11 Ufficio delle Entrate
7.1.12 Concessionario della riscossione
7.1.13 Eventuali comunicazioni al Catasto e al PRA
7.1.14 Comunicazione di inizio attività al Comune per i rifiuti solidi urbani
7.1.15 Indicazione dei dati sociali negli atti e nella corrispondenza
7.2 Flusso degli adempimenti amministrativi per la costituzione della società semplice
7.2.1 La forma dell’atto costitutivo
7.2.2 Iscrizione nella sezione speciale del Registro delle imprese
7.2.3 Assenza dell’obbligo delle scritture e del bilancio
Parte Quarta
Le società di capitali
8. Costituzione della società per azioni

8.1 Le due modalità di costituzione
8.2 Condizione per la costituzione simultanea di una s.p.a.
8.3 Forma dell’atto costitutivo
8.4 Il contenuto dell’atto costitutivo
8.5 Atto costitutivo e statuto
8.5.1 I patti parasociali
8.6 Autorizzazione successive alla stipulazione
8.7 La pubblicità dell’atto costitutivo e l’iscrizione nel Registro delle imprese
8.7.1 I soggetti obbligati al deposito dell’atto costitutivo nel Registro delle imprese
8.7.2 Effetti dell’iscrizione
8.8 Le attività compiute prima dell’iscrizione nel Registro delle imprese
8.9 Nullità della società
8.10 La costituzione per pubblica sottoscrizione
8.11 Costituzione di s.p.a. unipersonale
9. La costituzione della società a responsabilità limitata
9.1 La costituzione
9.2 La forma dell’atto costitutivo
9.3 La nascita della società a responsabilità limitata pluripersonale e unipersonale
9.4 Il contenuto dell’atto costitutivo
9.5 Flessibilità prevedibili nell’atto costitutivo
9.6 Le condizioni necessarie per la costituzione
9.7 Iscrizione nel Registro delle imprese
9.7.1 Operazioni compiute prima dell’iscrizione
9.7.2 La mancata iscrizione nel Registro delle imprese
9.8 Nullità della società
10. Flusso degli adempimenti amministrativi per la costituzione di una società a responsabilità limitata
10.1 Istituto di credito in caso di conferimenti in denaro o stipula di una polizza di assicurazione o di una fideiussione bancaria
10.2 Notaio
10.3 Registrazione dell’atto costitutivo presso l’Ufficio del Registro
10.4 Richiesta partita IVA e codice fiscale
10.5 La denuncia di inizio attività al Registro delle imprese
10.6 Adempimenti presso il Registro delle imprese
10.7 Richiesta licenze e autorizzazioni amministrative
10.8 Iscrizione all’INAIL
10.9 INPS
10.9.1 L’assicurazione INPS per gli artigiani
10.9.2 L’assicurazione INPS per i commercianti
10.10 Autorizzazione sanitaria e idoneità locali/attrezzature
10.11 Ufficio delle imposte dirette o Agenzia delle Entrate
10.12 Concessionario della riscossione
10.13 Eventuali comunicazioni al Catasto e al PRA
10.14 Comunicazione di inizio attività al Comune per i rifiuti solidi urbani
10.15 Indicazione dei dati sociali negli atti e nella corrispondenza
Parte Quinta
La società tra avvocati
11. Il d.lgs. 96/2001 riguardante la professione di avvocato

11.1 La struttura del decreto
11.2 Esame del Titolo I - Capo I
11.3 Esame del Titolo I - Capo II - l’esercizio permanente della professione di avvocato in Italia con uno dei titoli professionali di origine
11.4 Esame del Titolo I - Capo III - integrazione dell’avvocato cittadino comunitario nella professione di avvocato
12. Esercizio della professione di avvocato in forma societaria
12.1 Il nuovo modello della società tra avvocati
12.2 Titolo II - Capo I del d.lgs. 96/2001
12.3 La scelta della società in nome collettivo
12.4 Le caratteristiche dell’esercizio della professione di avvocato in forma societaria
12.5 Iscrizione all’albo del consiglio dell’ordine e responsabilità disciplinare - esame del Titolo II, Capo II
12.5.1 Iscrizione delle sedi secondarie con rappresentanza stabile
12.6 Esercizio della professione in forma associata da parte di avvocati stabiliti
12.7 Esercizio della professione in forma societaria da parte di avvocati stabiliti
Parte Sesta
Impresa artigiana
13. L’impresa artigiana

13.1 Gli adempimenti specifici per settore
13.2 Impresa artigiana e la legge quadro 443/85
13.3 I limiti dimensionali dell’impresa artigiana
13.3.1 I limiti dimensionali dettati dalla l. n. 443/85
13.3.2 Superamento dei limiti dimensionali
13.4 La formazione e la tenuta dell’Albo provinciale delle imprese artigiane
13.4.1 Premessa di ordine generale
13.4.2 Requisiti di ordine generale richiesti per l’iscrizione all’Albo
13.4.2.1 Requisiti soggettivi
13.4.2.2 Requisiti oggettivi
13.4.2.3 Incompatibilità
13.3 Requisiti in capo alle società iscrivibili all’Albo
13.3.1 Premessa
13.3.2 Le forme societarie ammesse
13.3.3 Le società in nome collettivo: la partecipazione dei soci e la funzione preminente del lavoro sul capitale
13.3.4 Le società a responsabilità limitata unipersonali e le società in accomandita semplice
13.3.5 Le società a responsabilità limitata pluripersonali
13.3.6 Le società cooperative, i consorzi e le società consortili
13.3.7 Qualche considerazione finale
13.4 Invalidità, morte, interdizione
13.4.1 L’impresa individuale e l’istituto della Comunione ereditaria
13.4.2 Le società
13.4.3 La figura dell’amministratore di sostegno
13.4.4 Il luogo e le modalità di esercizio dell’impresa artigiana
13.5 L’assunzione di personale disabile
13.6 Lo svolgimento di attività plurime
13.7 L’iscrizione all’Albo e la documentazione richiesta
13.7.1 Norme di carattere generale
13.7.2 L’iscrizione di imprenditore individuale
13.7.3 L’iscrizione di società
13.8 Le modificazioni da presentare all’Albo
13.8.1 Le modificazioni presentate da imprenditori individuali
13.8.2 Le modificazioni presentate da società
13.9 La cancellazione dall’Albo imprese artigiane
13.9.1 La cancellazione di imprenditore individuale
13.9.2 La cancellazione di società
13.10 La modulistica ai fini INPS
13.11 Diritti di segreteria e imposta di bollo
13.12 Il pagamento del diritto annuale
13.13 Gli organi di tutela dell’artigianato
13.13.1 La composizione e i compiti della Commissione provinciale
13.13.2 La composizione e i compiti della Commissione regionale per l’artigianato
13.13.3 I ricorsi
13.13.4 L’efficacia dei provvedimenti
13.13.5 La revisione dell’Albo
Parte Settima
L’impresa sociale
14. L’impresa sociale

14 L’impresa sociale
14.1 Premessa
14.2 Gli obiettivi della l. n. 118 del 2005
14.3 La definizione di impresa sociale
14.4 Le caratteristiche fondamentali dell’impresa sociale
14.4.1 Ambito di applicazione. Utilità sociale
14.4.2 L’esercizio dell’impresa sociale e l’assenza dello scopo di lucro
14.4.3 La struttura proprietaria e la disciplina dei gruppi
14.4.4 La costituzione dell’impresa sociale
14.4.5 Iscrizione nel Registro delle imprese
14.4.6 Ammissione ed esclusione dei soci
14.4.7 Il coinvolgimento dei lavoratori
14.4.8 Le cariche sociali
14.4.9 Gli organi di controllo
14.4.10 La tenuta delle scritture contabili e la redazione della situazione patrimoniale e del bilancio sociale
14.4.11 Trasformazione, fusione e scissione
14.4.12 La responsabilità patrimoniale
14.4.13 Il sistema informativo
14.4.14 Le procedure concorsuali
14.4.15 Perdita della qualifica di impresa sociale
Parte Ottava
La qualifica di imprenditore agricolo professioniale
15. L’impresa agricola, l’imprenditore agricolo professionale (IAP) e le società agricole

15.1 Premessa
15.2 L’imprenditore agricolo
15.2.1 La nuova definizione di imprenditore agricolo
15.2.2 Le attività connesse
15.3 L’imprenditore agricolo professionale
15.4 Le società agricole
15.4.1 L’attribuzione alle società della qualifica di imprenditore agricolo professionale (IAP)
15.4.2 La perdita dei requisiti
15.4.3 La denominazione o ragione sociale
15.4.3.1 Norme di carattere generale
15.4.3.2 Adempimenti presso il Registro delle imprese
15.5 L’attribuzione ai soci della qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale
15.5.1 Norme di carattere generale
15.5.2 Adempimenti presso il Registro delle imprese
15.6 Le competenze dell’INPS
15.6.1 Requisiti tempo - lavoro e reddito
15.6.2 Imprenditori agricoli professionali operanti nella zone svantaggiate
15.6.3 Gli ulteriori chiarimenti dell’INPS e l’iscrivibilità in carenza dei requisiti
15.7 L’imprenditoria agricola giovanile
15.8 L’attività agromeccanica
15.9 La vendita al dettaglio dei prodotti agricoli
15.9.1 Norme di carattere generale
15.9.2 La vendita al dettaglio in forma itinerante o su posteggio
15.9.3 La vendita al dettaglio in sede fissa
15.9.4 La vendita dei prodotti agricoli e l’iscrizione nel Registro delle imprese
15.9.5 Limiti alla obbligatorietà dell’iscrizione dell’imprenditore agricolo nel Registro delle imprese
15.10 Le attività agrituristiche
Parte Nona
Attività commerciali
16. Le attività commerciali e di somministrazione

16.1 Il commercio in sede fissa
16.2 Attività di commercio su aree pubbliche
16.3 Attività di somministrazione di alimenti e bevande legge 25 agosto 1991 n. 287
16.4 Forme speciali di vendita
Parte Decima
Le figure professionali e le liberalizzazioni contenute nel pacchetto Bersani
17. Le figure professionali

17.1 Le figure professionali
Cinzia De Stefanis
Avvocato, pubblicista, è autrice di numerosi testi in materia di diritto societario per conto delle più importanti case editrici.
Antonio Quercia
Docente di Economia Aziendale, esercita la professione di Dottore Commercialista in Bari. Già componente della Commissione Studi di "Economia e Finanza Aziendale" presso l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Bari, è attualmente delegato, dal predetto Consiglio dell'Ordine, per la Commissione Studi "Revisione, Nucleo di valutazione e Controllo di gestione degli Enti Locali".
È autore di pubblicazioni in materia tributaria.