Umberto Contini - Simona Vlaic
SE/CF12 Come fare... La riparazione degli elettrodomestici

Consigli pratici per risparmiare denaro e produrre meno rifiuti

Come fare... La riparazione degli elettrodomestici

2017

pp. 192

Prezzo €:11,90

Prezzo scontato €9,35

Prezzo pdf: € 4,99

formato 15 x 21

 

(9788851307424)

 
 
 
 
 
 

 

Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.
 
 

 

Gli oggetti che compriamo sono prodotti in linee sempre più auto­matizzate, e quindi con contenuto di manodopera inferiore.

Questo significa che costano sempre di meno in rapporto ai contenuti (un’auto di tanti anni fa forse non costava molto di più di un’auto di oggi in rapporto ai nostri stipendi, ma cer­to non aveva condizionatore, servosterzo, vetri elettrici, ABS, autoradio…), ma significa anche che ripararli, in proporzione, conviene sempre di meno perché la quantità di manodopera necessaria per la riparazione è spesso maggiore di quella che è stata necessaria per costruirli. Contemporaneamente ci stiamo rendendo conto che la quantità di rifiuti che produciamo non è sostenibile all’infinito, che non possiamo far sparire magica­mente i rifiuti ma dobbiamo nasconderli sotto il tappeto nelle discariche (ma stiamo finendo anche i tappeti…), oppure rici­clarli spendendo energia tempo e risorse.

Se gli imballaggi stanno pian piano diventando quasi comple­tamente riciclabili, altrettanto non si può dire degli apparecchi elettrici ed elettronici, che sono fondamentalmente non recu­perabili, e in ogni caso il riciclaggio ha un costo, sia in termini economici che ambientali.

Man mano che la coscienza ecologica collettiva matura, si fa strada sempre di più l’idea che il modo migliore per ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti sia semplicemente non produrli!

Appare anche evidente che la nostra cultura del consumismo e dell’usa e getta ci sta facendo consumare risorse ad un ritmo troppo elevato.

Una delle cose che possiamo fare per questo è riparare gli oggetti che si rompono invece di buttarli, anche quando sarebbe più sem­plice comprarne di nuovi. Così facendo interveniamo su due aspet­ti: evitiamo di avere un oggetto in più da smaltire e risparmiamo le risorse che sarebbero state usate per produrne uno nuovo.

In questo libro ci rivolgiamo a persone che non hanno una pre­parazione specifica in materia, che desiderano cimentarsi nelle piccole riparazioni necessarie per mantenere in vita i piccoli e grandi apparecchi che popolano le nostre case. Non è un corso universale per diventare riparatori professionisti, ma una guida per acquisire i primi rudimenti e per aiutare a muovere i primi passi nel vasto mondo delle riparazioni fai da te.

Partiremo dalla spiegazione di come funziona l’elettricità e dalla descrizione dei componenti elettrici e meccanici su cui andremo ad intervenire (non spaventatevi, niente paroloni né formule complicate!). Vi spiegheremo poi come approcciarvi alla ripara­zione: come smontare i vostri apparecchi riducendo al minimo il rischio di danneggiarli e come rimontarli, ma soprattutto cer­cheremo di spiegarvi il metodo per capire quale sia il problema in quei casi (che, ahinoi, sono la maggioranza) in cui aprendo il nostro ferro da stiro non troviamo qualcosa di ben visibile come un filo staccato.

Concluderemo con qualche suggerimento su come allungare la vita degli apparecchi e, per finire, con qualche esempio pratico.

INTRODUZIONE

LA SICUREZZA NON È MAI TROPPA

Come evitare di farsi male

Prima di cominciare

Come non danneggiare il dispositivo che si sta riparando

La sicurezza degli utenti dopo la riparazione

AGGIUSTARE LE COSE È DIVERTENTE

Perché riparare gli oggetti?

I fattori ambientali ed economici

Apprendimento e divertimento

Quando un prodotto è degno di riparazione e quando no

ELETTRICITÀ&ELETTRONICA

Unità di misura e componenti

La corrente elettrica

La tensione elettrica (o voltaggio)

La potenza elettrica

La resistenza elettrica

Conduttori, semiconduttori ed isolanti

La capacità elettrica

L’induttanza

Tensione continua ed alternata

Tensione, frequenza e potenza

I componenti del circuito

I generatori

I resistori

Particolari tipologie di resistori

I condensatori

I diodi

I fusibili

I relè

I transistor

Il trasformatore elettrico

I circuiti integrati (o chip)

Simboli di messa a terra, tensione alternata e tensione continua

Come si collegano tra loro i vari componenti

Elettricità e sicurezza

La sicurezza dell’impianto elettrico di casa

LEGGERE UN CIRCUITO

Simbologia dei circuiti elettrici

Componenti elettrici

 

MECCANICA

Un breve cenno ai componenti

Ingranaggi

Pulegge

Cuscinetti a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento

Motori

I FERRI DEL MESTIERE

Il banco da lavoro

Alimentatore da banco

Elementi necessari e principali attrezzi

UTILIZZO DEGLI STRUMENTI DI TEST

Multimetro digitale

Cosa misura

Selezione del campo di misura

Come usare il multimetro

Perché non si trovano i risultati attesi?

Errori del multimetro

SMONTAGGIO DEGLI APPARECCHI

 

Simboli, disegni, foto e diagrammi

Precauzioni per non rompere niente

Precauzioni per il rimontaggio

RICERCA DEI GUASTI

Come funzionano le cose e perché si fermano

Impieghi: cosa fanno i componenti nei circuiti

Trasformatore, Ponte a diodi, Fusibile, Micro-pulsanti, Relè

Condensatori, Connettori, Circuito stampato

Altri componenti comuni

Motori, Cinghie di trasmissione, Ingranaggi

Che cosa li uccide

Come testarli

Analisi dei sintomi osservati

Da dove cominciare sulla base dei sintomi osservati

Un esempio: il cronotermostato della caldaia di casa

Alcuni suggerimenti utili

Cercare sul web manuali e suggerimenti

RIPARAZIONI ELETTRICHE/ELETTRONICHE

Riparazioni

Saldatura a stagno

Sicurezza

 

Preparazione

Unire le parti

Connettori: i faston

RIPARAZIONI MECCANICHE

Come ripararle

Alcuni problemi frequenti

Perché si rompono?

Saldatura

Saldatura ad elettrodo

Altri tipi di saldatura ad arco

Taglia e cuci, o “la lavatrice di Frankestein”

Incollaggi

Suggerimenti e “trucchi” per un buon incollaggio

Sostituzione e scelta delle parti: nuovo, dalla scorta e dalle parti di altre macchine

Verificare la riparazione

Quale colla per quale materiale

Riassemblaggio

Suggerimenti e precauzioni

Precauzioni per la massima durata delle riparazioni

Test finale

 

ALLUNGARE LA VITA DEGLI ELETTRODOMESTICI

Le cose da fare

Le cose da non fare

Come si buttano

Quando non c’è più nulla da fare

Cannibalizzazione dei componenti

Gli eco-centri e le isole ecologiche

ESEMPI PRATICI

Il phon

Lo stereo

La lavatrice

Il lettore DVD

Gli auricolari

RIUSO, RICICLO, ECOCENTRI di Pier Andrea Moiso

Riuso e riciclo

Un istinto umano strategico

L’ecocentro

CONCLUSIONI

 

Restart party

Unisciti alla comunità dei Restarters

APPENDICE

L’automobile

Premessa

L’impianto elettrico

La ricerca del guasto

La sicurezza

TACCUINO

Umberto Contini, ingegnere aerospaziale e progettista di macchinari industriali, dedica da sempre buona parte del suo tempo libero a riparare qualunque cosa, inventando soluzioni per i casi impossibili.

Simona Vlaic, fondatrice dell’Associazione TeSSo, associazione di quartiere che organizza i Restart Party a Torino, è architetto libero professionista e appassionata di riparazioni, recupero, riciclo e riuso.

Isabella Giorgini, illustratrice freelance, si è diplomata presso lo IED di Milano. Si occupa di illustrazione per l’editoria, per l’infanzia e di fumetti. http://isabellagiorgini.carbonmade.com/